C’è chi pensa che che quando i sentieri si imbiancano non vale la pena uscire in bicicletta; troppo freddo, troppo scivoloso! Con il giro di oggi direi che abbiamo dimostrato il contrario; non solo si può andare ma è anche molto divertente.

Partiamo da Lizzano e siamo arrivati a Budiara dove la strada ha iniziato ad imbiancarsi; continuiamo a salire fino al passo del Saltiolo (1303 m.s.l.m) accorgendosi, con piacevole sorpresa, che il grip sulla neve non è affatto male. Continuiamo sulla forestale passando dalla Sboccata dei Bagnadori e arrivando alle cascate del fosso della Nuda, il punto più alto del tour. Inizia la discesa fino al centro visite di Pian d’Ivo, un breve tratto di asfaltata fino all’ imbocco del trail “Le Madonnine” e anche in questo caso l’aderenza non è male anzi, con le asperità del terreno “ammorbidite” dal manto nevoso, viene voglia da spingere un po’ di più. Usciamo dal trail e continuiamo su strade più larghe passando da Poggiolforato, Cà Miglianti e Farnè; piccolo strappo in salita fino a Cà Vescovi poi Crinaletti sopra la Masera per poi rientrare a Lizzano.

Lo scricchiolio del primo strato di ghiaccio che si rompe sotto le ruote tassellate insieme al paesaggio quasi incantato dei boschi innevati ci hanno accompagnato per la maggior parte del giro rendendolo unico e spettacolare.